Iran: il volto della felicità di Antonio Belsito

Un volto femminile è semplicemente il volto di un essere umano.

Siamo nati con un volto perché ogni volto è identità e ogni volto esprime questa identità.

Siamo nati con un volto per guardarci, per parlarci, per capirci.

Ogni volto è il diritto di essere se stessi con dignità.

Il volto: la fronte, gli occhi, il naso, la bocca, il mento, le guance, gli zigomi. E anche le rughe. E pure i capelli.

Quanta vita c’è in un volto?

Quanta?

Siamo nati e la nascita è il volto più bello della vita: esistere, esistenza.

Scarabocchiare un volto, deturpare un volto, mutilare un volto, tagliuzzare un volto, imprigionare un volto, bandire un volto, coprire un volto, insanguinare un volto, negare un volto, è condannare a morte la vita.

Seppellire il volto della vita non trova giustificazione in nessun testo normativo o religioso perché ogni testo normativo o religioso esiste in quanto esiste un volto, quel volto, il volto.

Pure la morte, ora, ha un volto che è la felicità di mostrarlo.
I R A N .

(Copyright2022)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...